Una delle iniziative più interessanti gestite da Invitalia è Nuove Imprese a Tasso Zero (NIT0), un programma nazionale di incentivi a fondo perduto, rivolto ai giovani con meno di 35 anni e alle donne di ogni età. La misura riguarda quindi agevolazioni volte a sostenere la creazione di nuove imprese a tasso zero, per ottenere risorse fino al 75% dell’investimento da effettuare, con una soglia massima di 1,5 milioni di euro.

In questo articolo-guida presentiamo tutte le novità introdotte dal decreto Crescita del 2020 identificando i beneficiari, i requisiti richiesti e i settori agevolativi.

Nuove Imprese a Tasso Zero, tutte le novità 2020

Tra le novità più significative si segnala l’aumento della platea dei beneficiari e della durata dei mutui. La nuova misura tiene quindi in considerazione il rallentamento dell’economia degli ultimi anni, indipendentemente dai più recenti fattori generati dalla pandemia da Coronavirus.

Ecco in dettaglio le novità che sono state introdotte nel 2020:

  • aumento della durata massima dei mutui agevolati a tasso pari a zero: da 8 a 10 anni:
  • ampliamento del termine per fruire dell’agevolazione: da 12 a 60 mesi dalla costituzione della società per cui si chiede il finanziamento;
  • incremento della platea dei beneficiari e della copertura: la percentuale di copertura delle spese passa dal 75% al 90% per le imprese costituite da almeno 36 mesi e non oltre 60. Per queste società l’importo massimo può arrivare fino a 3 milioni di euro. Per tutte le altre l’importo massimo ammonta a 1,5 milioni di euro;
  • possibilità di cumulare: le agevolazioni possono essere cumulate con altri aiuti dello Stato anche de minimi, nei limiti previsti dalla disciplina europea.

Inoltre le nuove misure riguardano anche le imprese di più recente costituzione e prevedono servizi di tutoraggio e copertura dei costi iniziali della gestione della start up, purché non siano superiori alla soglia del 20% del totale delle spese ammissibili.

nuove imprese

Nuove imprese: quali i requisiti per presentare la domanda?

La concessione delle agevolazioni è finalizzata alla creazione e al sostegno delle micro e delle piccole imprese. Per fare chiarezza, qui di seguito il dettaglio dei beneficiari e dei requisiti che devono possedere per poter presentare la domanda:

  • nuove imprese costituite sotto forma di società e società cooperative;
  • società costituite per oltre la metà dei soci da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, oppure da donne dai 18 anni in su;
  • imprese costituite da non più di 60 mesi (novità introdotta nel 2020) alla data di presentazione della domanda:
  • micro e piccole imprese secondo le classi stabilite dal regolamento GBER e dal decreto del Ministero delle Attività Produttive nel 18 aprile 2005.

Restano invece invariate le disposizioni del 2019 relative ai requisiti e quindi le società devono essere costituite ed iscritte nel Registro delle imprese, non essere in liquidazione volontaria, non avere ricevuto agevolazioni pregresse riconosciute della Commissione Europea ecc

In quanto tempo le nuove imprese devono restituire il finanziamento?

La restituzione delle rate a tasso zero, che dal 2020 deve avvenire entro 10 anni, prevede un piano di ammortamento a rateizzazione semestrale con scadenza fissa, di anno in anno, al 31 maggio e al 30 novembre.

Per accedere all’agevolazione alle nuove imprese sono richieste garanzie della copertura dell’investimento con risorse proprie o con finanziamenti esterni, che non siano di provenienza pubblica, pari al 25% del totale delle spese ammissibili.

nuove imprese con donne

Quali sono i settori compresi nell’agevolazione?

  • produzione di beni (nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli);
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo;
  • attività della filiera turistico-culturale;
  • servizi per l’innovazione sociale.

Quali le spese ammissibili?

Sono ammesse al programma d’investimento le spese riguardanti:

  • il suolo aziendale
  • i fabbricati e le opere murarie (comprese le ristrutturazioni)
  • i macchinari, gli impianti e le attrezzature
  • i brevetti, le licenze ed i marchi (compresi i programmi ed i servizi informatici)
  • la formazione specialistica dei soci e dei dipendenti
  • le consulenze specialistiche e gli studi di fattibilità

 

Ritieni di avere i requisiti necessari e vuoi fare domanda per il Bando Nuove Imprese a Tasso Zero (NIT0)?

LG & Partners è al tuo fianco per aiutarti a ottenere le risorse predisposte da Invitalia per i giovani e le donne.

Contattaci per una prima valutazione del tuo progetto, ti accompagneremo step by step nella gestione delle pratiche di accesso al finanziamento e alla sua gestione.